La coscienza di uno speaker – Podcast 12.03.2018

Torna uno degli argomenti caldi di questa trasmissione: la censura.
Perchè Lucio Battisti fu censurato dalla RAI? Cosa è successo con Il Mago di Oz e la BBC? MTV e Late Night with David Letterman censurano un brano per la presenza di colpi di pistola nella canzone e dj che spezzano in 2 i vinili perchè si rifiutano di programmarli. Perchè censurare i Beatles e non gli Oasis o i Coldplay? Storie di canzoni (e non solo) giudicate e condannate.
La morale di questa puntata è la seguente: meglio autocensurarsi prima di andare a censurare gli altri.

King Crimson – Sex Sleep Eat Drink Dream

Pussy Wagon, tits e shit. Problemi per il musical: Grease – Greased Lightnin’

Questione di “stuttering”: The Who – My Generation

The Velvet Underground – I’m Waiting For The Man

Armi e simboli fallici: The Beatles – Happiness Is A Warm Gun

The Cure – Pictures Of You

Spezzare un vinile in 2 e non pensarci più: Franckie Goes To Hollywood – Relax

Jagwar Ma – Excercise

La BBC e l’indipendenza:

The Witch Is Dead – Ding-Dong! The Witch Is Dead

Sex Pistols – God Save The Queen

Tv On The Radio – Dancing Choose

Tra le canzoni più problematiche di tutti i tempi: The Kingsmen – Louie Louie

Italiani brava gente ma censuriamoli comunque!

Lucio Battisti – Dio Mio No (intro strumentale per protesta verso la RAI)
IN FONDO ALLA PAGINA VIDEO

Lucio Battisti – Dio Mio No

Lucio Dalla – 4/3/1943

Lucio Dalla – 4/3/1943 (da Banana Republic con testo originale)

Faith No More – Motherfucker

Armi per tutti ma niente “bang bang” nelle canzoni:

M.I.A. – Paper Planes

Grouper – Parking Lot