Il “fossato” Atlantico – L’editoriale di Contropiano

Vedere Angela Merkel parlare di “destino” ed indicare come le strade dell’Unione Europea divergano ormai da quelle di Washington, è uno scenario decisamente anomalo, ma niente affatto sorprendente.

Chi segue il nostro giornale e la nostra storia, sa che da molti anni segnaliamo la crescente divaricazione tra le due sponde dell’Atlantico, ossia il passaggio dalla fase della concertazione internazionale a quello della competizione globale tra le maggiori potenze imperialiste. Su questo punto abbiamo dovuto spesso fare a “sportellate” con altre visioni molto radicate nella sinistra. Molti osservatori e analisti, anche seri, hanno continuato a ragionare su una fotografia ferma agli anni Novanta, piuttosto che sullo sviluppo – contraddittorio, sicuramente – del processo storico in atto.

Che i “destini” dell’Unione Europea a guida franco-tedesca e quelli degli Stati Uniti non coincidessero più, ci era parso piuttosto evidente…

di Sergio Cararo – Continua su Contropiano.org