E’ un altro mondo, bellezza! L’editoriale di Contropiano

Sabato prossimo a Roma, la Piattaforma Sociale Eurostop terrà la sua assemblea nazionale. I temi in discussione indicano la necessità e l’obiettivo di un passaggio politico importante, con una tabella di marcia conseguente.

Alle spalle ci sono scelte e iniziative che in qualche modo hanno segnato “l’anno politico” appena concluso. Dalle due giornate nazionali contro la guerra e la Nato di gennaio e marzo, nel deserto totale di mobilitazioni su questo tema; al convegno di Napoli in maggio, che ha discusso la campagna sull’Italexit dall’Unione Europea e l’euro e lanciato le mobilitazioni di autunno sul referendum costituzionale, sfociate nella due giorni del No sociale del 21-22 ottobre e la sconfitta del governo Renzi. Un bilancio niente affatto negativo dunque.

Ma Eurostop ha deciso di misurarsi con sfide all’altezza dei tempi di ferro e di fuoco che ci è toccato di vivere. A cominciare dalla madre di tutte le contraddizioni: chi è il nemico da battere per ridare una prospettiva alle esigenze di cambiamento politico e sociale?

Continua su Contropiano.org