“Roma-Golpe Capitale”, il regista Cordio ci spiega il documentario sulla caduta di Ignazio Marino

Il 31 ottobre 2015, attraverso un atto firmato davanti ad un notaio, i consiglieri comunali dell’Assemblea Capitolina di cui era sindaco Marino mettevano la parola Fine ad un’esperienza che, per molti aspetti, avrebbe segnato la vita della Capitale per gli anni a seguire e la politica nazionale.
A quasi 3 anni di distanza che giudizio abbiamo del chirurgo formatosi negli States che voleva governare Roma come fosse una città nordeuropea?
Perchè si è trovato tutti contro? La campagna di continua denigrazione intrapresa da tutti gli organi di informazione era spontanea o pilotata?
Davvero c’entravano qualcosa la Panda rossa e gli scontrini delle cene?
Il regista Francesco Cordio, attraverso il suo documentario “Roma-Golpe Capitale“, che ha raccolto unanime consenso di critica e di pubblico, ricostruisce una vicenda dai numerosi punti oscuri e getta un’inquietante ombra sulla caduta del sindaco “marziano”