In ricordo di Larry Steinbachek, tastierista e fondatore dei Bronski Beat

Il 6 maggio 1960 nasceva Larry Steinbachek, storico tastierista londinese nonché fondatore del synth pop trio dei Bronski Beat. Purtroppo è venuto a mancare poco tempo fa, il 16 dicembre 2016, dopo aver perso la sua battaglia contro il cancro a soli 56 anni.

I Bronski Beat sono stati delle vere e proprie icone degli anni Ottanta. La band, dallo stile unico e inconfondibile, fu fondata nel 1983 da Steinbachek, era formata da Steve Bronski ai sintetizzatori e dal cantante Jimmy Somerville, iI uali all’epoca dividevano un appartamento nel quartiere londinese di Brixton. 

Il successo arrivò quasi subito, nel 1984, con il singolo “Smalltown boy” che raccontava la storia (con riferimento all’esperienza personale del cantante Somerville) di un ragazzo gay dichiarato che lasciava la sua famiglia e la sua città per via del suo orientamento sessuale. Esso, esemplificando in modo molto efficace le atmosfere che avrebbero caratterizzato la musica dei Bronski Beat, un pop elettronico che sosteneva il falsetto unico di Somerville, raggiunse la vetta delle classifiche inglesi e americane. 

Il primo album, “The age of consent”, riscosse un enorme successo internazionale e divenne un manifesto per la scena gay. Esso, infatti, conteneva i vari paesi e le età in cui l’omosessualità non veniva considerata un reato. Un atto di denuncia, quello dei Bronski Beat, che fece discutere e smosse le coscienze riguardo la condizione degli omosessuali.

Nel 1985 arrivò un nuovo successo con la cover di “I Feel Love” del duetto Summer-Moroder, realizzata da Steinbachek e Marc Almond, che scalò le classifiche del Regno Unito.

https://youtu.be/MJtyWksh3K0

Poco dopo Somerville lasciò il gruppo per fondare i Communards, e venne sostituito da John Foster. La  nuova versione dei Bronski Beat ottenne un discreto successo, “Hit that perfect beat” rivaleggiò con “Smalltown Boy” nelle zone alte delle classifiche, ma non ebbe nulla di paragonabile al formidabile debutto con Somerville. 

A partire dal 1994 Steinbachek si trasferì ad Amsterdam, dove  continuò a dedicarsi alla musica e divenne il direttore musicale della Remote Control Productions, la compagnia teatrale di Michael Laub.