Il primo singolo degli Who “I can’t explain” e la versione italian beat degli Uragani

Got a feeling inside (can’t explain)
It’s a certain kind (can’t explain)
I feel hot and cold (can’t explain)
Yeah, down in my soul, yeah (can’t explain)

di Skatèna

15 gennaio 1965 – Gli Who pubblicano in Gran Bretagna il loro primo singolo I Can’t Explain, il preferito nei sixties dai ribelli ed eleganti mods (negli USA era uscito a dicembre del 1964).

Di seguito, il promo video per I Can’t Explain registrato nel 1964:

Nel brano, come confermato dallo stesso Pete Townshend, si sente l’influenza della musica dei Kinks, in particolare del loro celebre brano You Really Got Me.

Nel 1974, durante un’intervista alla rivista CreemJimmy Page affermò di aver suonato la chitarra ritmica nel brano come session man, e la cosa fu confermata in seguito da Townshend, da Daltrey, e anche dal produttore Shel Talmy.

Jimmy Page ai tempi degli Yardbirds (10 agosto 1966)

E pensare che I Can’t Explain, prima di conoscerla nella sua versione originale, la canticchiavo nella versione coverizzata da un apprezzato gruppo beat italiano originario di Mestre, gli Uragani:

Gli Uragani furono attivi dal 1963 al 1967. Dopo una intensa attività nella loro area di origine, approdarono al Piper Club di Roma ed ottennero un contratto con la casa discografica Carish. Oltre che pezzi degli Who, coverizzarono anche pezzi degli Animals, di Cuby & The Blizzards, con un’appendice R&B (James and Bobby Purify), tutti molto ben eseguiti, rispettando il sound dei modelli stranieri. (Fonte: musicaememoria.com)