Cona, i migranti del centro di prima accoglienza in marcia verso Venezia: “Condizioni inumane”

Circa 300 migranti hanno lasciato per protesta il centro di prima accoglienza di Cona (VE), mettendosi in marcia verso Venezia. L’obiettivo è ottenere un incontro con il prefetto per inchiodarlo alle sue responsabilità: le condizioni di vita all’interno del centro, infatti, sono disumane e semplicemente al di fuori della legge. Abbiamo raccolto il contributo di Federico (USB), che ci ha aiutato a fare il punto della situazione: ascolta il suo intervento!