“Walk This Way”: quando Aerosmith e RUN DMC, grazie a Rick Rubin, inventarono un nuovo genere

She told me to 
Walk this way! 
Talk this way! 
[repeat 2X] 
[repeat all 2X] 
Well just gimme a kiss/some head! 
Oooh, a-like this! 

[Chorus: Run-D.M.C. and Aerosmith]

Oggi Steven Tyler degli Aerosmith, il “demone urlante” di origini italiane, russe e cherokee (il padre era un musicista calabrese, di un paese della provincia di Crotone, la madre, mezza russa e cherokee, insegnava musica), compie 72 anni.

Per festeggiare il suo compleanno vi propongo l’ascolto di Walk This Way ft. Run DMC (1986), il singolo che cambiò la definizione di genere musicale, ma non senza avervi fatto prima conoscere la versione originale, ossia il singolo degli Aerosmith pubblicato il 28 agosto 1975 come secondo estratto dal loro terzo album in studio Toys in the Attic.

Il brano, composto da Steven Tyler e Joe Perry, si ispira a una scena del film di Mel Brooks del 1974 Frankenstein Junior in cui Igor dice “segua i miei passi” (in originale “walk this way”).

Nel 1986 Walk This Way fu coverizzata dai Run DMC con la collaborazione degli stessi Aerosmith, e divenne subito un successo scalando le classifiche.

Fu il primo brano a coinvolgere sia rappers che rockers, tanto da essere definito come il primo successo del genere ibrido rap rock/metal.

Il videoclip con i Run DMC è sicuramente uno dei migliori in assoluto della storia della musica.

L’idea della cover rap di Walk This Way venne al giovane produttore hip hop dell’etichetta Def Jam Rick Rubin, il quale, agli inizi del 1986, contattò il manager degli Aerosmith Tim Collins proponendogli il tutto.

  • I Run DMC erano un promettente trio composto da Run (Joseph Simmons), il fratello adolescente di Russell Simmons DMC (Darryl McDaniels) e DJ Jam Master Jay (Jason Mizell). Dopo un primo momento di perplessità, nel 1986 Aerosmith e Run DMC si riunirono ai Magic Ventures studio di Manhattan per la realizzazione del progetto. Nell’autobiografia degli Aerosmith viene raccontato quel primo incontro tra mondi contrapposti così intriso di assurdi pregiudizi: «Run, D e Jay se ne stavano in un angolo tutti concentrati e Steven chiese a Joe che cosa pensava stessero facendo. Joe rispose: “probabilmente stanno fumando del crack”. La verità è che stavano divorando del cibo di Mc Donald’s». Le due band vennero disposte in scena in quelle che sembravano due sale prove adiacenti e tra loro doveva sembrare fosse in atto una vera e propria guerra sonora. Poi Tyler avrebbe simbolicamente sfondato la parete alludendo alla fusione tra i due generi/le due etnie e le due band avrebbero infuocato il palco di un teatro davanti ad un pubblico in delirio. (spaziorock.it)

CHIUDI
CHIUDI