Il surreale senso della legalità